La pratica della proprietà condivisa delle opere d’arte nei musei internazionali si sta diffondendo, e il caso del Portrait of Omai offre un esempio di innovativa collaborazione culturale.

Dipinto nel 1776 da Joshua Reynolds, il ritratto ha generato un divieto temporaneo di esportazione nel 2022. Nel 2023, la National Portrait Gallery di Londra e il Getty di Los Angeles annunciano l’intenzione di acquistarlo congiuntamente, in un modello di collaborazione internazionale.

Questo caso evidenzia segnali di cambiamento nelle regole di gestione del patrimonio artistico, aprendo la strada a un approccio più flessibile e collaborativo a livello globale.

Per l’articolo intero, seguire il link.