Le recenti riforme varate dal governo francese e tedesco in materia di regime IVA sulla circolazione di opere d’arte rappresentano una minaccia per il mercato dell’arte italiano. Ma soprattutto, uno spunto di necessaria riflessione.

Il nuovo articolo “Fisco e mercato dell’arte” di Giuseppe Calabi e Marco Cerrato, apparso su Il Giornale dell’Arte mette in luce l’abissale differenza tra il regime IVA attualmente applicato in Italia alle importazioni e le cessioni di opere d’arte e quello introdotto rispettivamente da Francia e Germania, intenzionate a rendere competitivi i propri mercati attraverso la riduzione delle aliquote.

Non rimane che chiedersi: l’Italia vuole forse restare a guardare?

https://lnkd.in/dUqUhuJy