Un’opera di Cady Noland, “Log Cabin Facade”, è al centro di una controversia legale. Acquistata nel 1990, è stata successivamente restaurata dal collezionista senza l’autorizzazione dell’artista.

Dopo un restauro non autorizzato, in cui i tronchi originali sono stati sostituiti seguendo il progetto originale, il collezionista ha tentato di venderla. Tuttavia, l’artista ha rinnegato l’opera, bloccandone la vendita e sollevando dubbi sull’autenticità.

La corte deve decidere se l’artista ha il diritto di rinnegare l’opera dopo un restauro non autorizzato e se il collezionista può disporne liberamente. La decisione avrà impatti significativi sulla gestione delle opere d’arte soggette a restauri non concordati e sul diritto dell’artista di influire sul destino delle proprie opere.

Il caso evidenzia le complesse dinamiche tra artisti, collezionisti e restauri non autorizzati, sollevando questioni fondamentali sull’autorità dell’artista rispetto alle proprie opere d’arte.

Per l’articolo intero, seguire il link.

Cady Noland, Log Cabin Facade, 1990