La recente sentenza del tribunale penale di Milano sulle opere di Dadamaino solleva domande sull’autenticità e l’eccessiva presenza sul mercato. Sharon Hecker e Giuseppe Calabi esplorano le sfide legali e artistiche emerse nel processo.

I Punti Chiave:

  • Procedimento Legale: Contestazioni gravi contro galleristi, intermediari e storici dell’arte per contraffazione e truffa.
  • Battaglia tra Esperti: L’assoluzione degli imputati evidenzia la complessità della valutazione tecnica e la necessità di prove concrete.
  • Lezioni per Collezionisti e Fondazioni: Importanza della documentazione dettagliata per artisti, la due diligence approfondita per collezionisti e l’emissione di pareri supportati da prove per le fondazioni.
  • Ruolo di un Coordinatore: La figura di un coordinatore specializzato può garantire una ricerca approfondita e coordinare diverse specialità.

La sentenza non giudica l’autenticità delle opere, sottolineando l’importanza dell’equilibrio tra esperti d’arte e legge. La decisione giudiziaria non sostituisce il giudizio della comunità degli studiosi sull’autenticità artistica, evidenziando la delicatezza della valutazione delle opere d’arte.

Per leggere l’articolo, recarsi al link.